Come capire se c’è ritenzione idrica

Come capire se c’è ritenzione idrica

Quali sono i sintomi della ritenzione idrica? Gonfiore, dolore articolare e molto di più. Scopri insieme a noi come capire se c’è ritenzione idrica, qui trovi anche il nostro precedente articolo sui rimedi contro la ritenzione idrica fai da te.

La ritenzione di liquidi è una condizione molto comune tra le donne a partire dai 40 anni di età e si verifica quando il corpo inizia a trattenere fluidi che dovrebbe invece eliminare.

Spesso la ritenzione di liquidi è causata da obesità, sedentarismo, mestruazioni o cattiva dieta con molto sodio; si presenta anche in condizioni più particolari, come la menopausa e la gravidanza.

I sintomi saranno più o meno lievi a seconda della gravità: se ti senti gonfio, ti costa molto perdere peso e hai anche guadagnato qualche chilo, è molto probabile che sia per questo.

Per precauzione consulta un medico, soprattutto se ti ritrovi in una qualsiasi delle situazioni di cui parleremo su come capire se c’è ritenzione idrica, ad esempio se si verifica in modo molto brusco il gonfiore. Nel frattempo vi spiegheremo i sintomi tipici per rilevare la ritenzione di liquidi e alcuni suggerimenti per prevenirla.

Sintomi di ritenzione di liquidi

A seconda della quantità di liquido trattenuto e della zona in cui si verifica questo fenomeno, i sintomi possono variare. Tuttavia, in generale questi sono i più comuni:

Gonfiore

  • Osserva attentamente i piedi e le gambe. Queste sono le prime parti del corpo dove rilevare una ritenzione di liquidi. Se senti le gambe gonfie, stanche e più pesanti del solito, è un segnale d’allarme.
  • Le caviglie gonfie sono segno di ritenzione di liquidi. Sono un’area sensibile a queste patologie e per questo è molto comune vedere che si gonfiano. Te ne renderai conto facilmente perché ti accorgerai che le scarpe ti stanno molto più giuste o che è difficile indossarle.
  • Le mani sono un altro segnale abbastanza importante.  La cosa più comune è sentire che gli anelli stringono o che costa molto metterli e rimuoverli. Lo stesso vale per bracciali e orologi sul lato del polso, ma in questo caso la ritenzione di liquidi sarà molto marcata.
  • Il viso gonfio può essere un altro sintomo. È facile percepire i cambiamenti in questa zona, soprattutto si noterà nella zona degli occhi.
  • Il ventre è una delle zone più colpite: in questa zona il gonfiore è di solito molto appariscente e può aumentare durante la giornata

Dolore articolare o infiammazione

Oltre al gonfiore, come capire se c’è ritenzione idrica da altri sintomi? Anche un dolore o un disagio che si trova in un punto delimitato tra due ossa, cioè in un’articolazione, può essere un segno di ritenzione, soprattutto se costante e appare quando stai in piedi per molto tempo. Così afferma l’informazione ottenuta dalla Società Americana di Oncologia Clinica.

Segni sulla pelle

Se notate una zona del corpo gonfia, esercitatevi una pressione: se durante la rimozione delle dita la pelle tarda nel tornare alla normalità allora c’è ritenzione di liquidi. La presenza di questa fossetta nella pelle è chiamata fovea. 

Se non abbiamo notato gonfiore quello che può richiamare l’attenzione è la comparsa di altri tipi di marchi, in particolare per le calze e i calzini quando ce li togliamo dopo qualche ora. Se è così, è molto probabile che nella zona delle gambe o delle caviglie ci sia della ritenzione.

Aumento di peso

Ecco un segno molto evidente che ci aiuta su come capire se c’è ritenzione idrica. Quando si accumula molto liquido nel corpo il peso può aumentare. Se ti alleni spesso, non hai mangiato più del solito e il tuo peso è aumentato, è possibile che tu stia trattenendo liquidi.

Ciò può verificarsi anche a causa di cambiamenti nel metabolismo, come nella menopausa, come afferma lo studio condotto dalla società farmaceutica CINFA. Per questo motivo conviene contattare un medico per identificare la causa.

Pesati ogni giorno a digiuno appena ti alzi. Se noti variazioni di peso o unasensazione di gonfiore, presta attenzione a cambiamenti metabolici o alla ritenzione di liquidi.

Consigli per prevenire la ritenzione di liquidi

Abbiamo scritto su come capire se c’è ritenzione idrica, ora vediamo qualche soluzione per risolvere questo problema così fastidioso.

  • Mantieni un’alimentazione a basso contenuto di sodio: i pasti con molto sale o molti condimenti favoriscono la ritenzione di liquidi.
  • Niente cibo spazzatura: questo danneggia la nostra salute in molti modi per l’alto contenuto di additivi. Inoltre, questi alimenti hanno spesso un’alta quantità di sale, che abbiamo già detto, favorisce la ritenzione di liquidi.
  • Evita il sedentarismo e inizia una routine di esercizi. Mantenere il corpo attivo permette di liberarsi dalle tossine; queste possono essere le cause di ritenzione di una maggiore quantità di liquidi rispetto al solito.
  • Se si lavora seduti, si consiglia di alzarsi ogni 30 minuti. Questo aiuta a evitare la ritenzione in gambe, piedi e caviglie. Non ci sono prove scientifiche su questo ma non si perde nulla.

La ritenzione di liquidi è un problema molto comune soprattutto nelle donne di mezza età. Se si sospetta di soffrirne, è bene andare dal medico e verificare con lui i sintomi che si presentano per cercare una cura adeguata. Se pensi di avere anche solo pochi sintomi agisci subito per evitare peggioramenti!

Potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Chiudi il menu